Origini e storia Architettura Visita guidata Album Foto Bibliografia

Arte e Restauri
Ingresso
Abside
Volte
Navata Sinistra
Navata Destra
Particolari Interno
NAVATA DI SINISTRA Battistero Madonna del Rosario Crocifisso

Battistero

La prima delle cappelle laterali dell'abbazia stata dedicata nel 1503 a Santa Caterina,come ricorda una lapide commemorativa:

MDIII DIE MAY AD HONOREM DIVE KATERINE
FUNDATA ECCL. A SCOLARIBUS CANONICIS REGULAR

(1503 il 3 maggio ad onore di S.Caterina fu fondata dagli scolari dei canonici regolari lateranensi) firmata C.SAR E. VI (parrebbe Cesare da Sesto, morto nel 1524 e probabilmente originario di Sesto, non lontano dall'Abbazia).

La devozione a Santa Caterina, vergine e martire di Alessandria d'Egitto, patrona dei teologi vissuta nel 3-4 secolo, fu importata dai Crociati, che ne conobbero il culto in oriente.

L'origine della cappella non nota; potrebbe essere stata ricavata per dare sepoltura e qualche personaggio illustre (quindi prima del 1503).

Fu comunque adibita a Battistero con un decreto della Visita Pastorale nell'aprile del 567.
Il primo Battesimo di cui si conservi registrazione risale al 15 giugno di quell'anno.

La cappella stata pi volte rimaneggiata; il restauro ha comunque portato alla luce importantissimi affreschi. I due laterali sono attribuiti a Cesare da Sesto e quello centrale raffigurante religiosi al cospetto della Vergine (?) mostra lo stile inconfondibile del Bergognone.

A seguito dei recenti restauri stata collocata nella cappella copia di un trittico attribuito al Bergognone, conservato da sempre in quest'Abbazia, che ha nel centro la figura di Santa Caterina ed ai lati quelle di S.Agnese e S.Cecilia, con ai piedi i committenti dell'opera.
Si tratta di un pregevolissimo dipinto su tavola che probabilmente fu destinato sin dall'origine al decoro di questa cappella.


L'originale conservato, a seguito di un necessario restauro, nel museo diocesano di Milano.
La scritta che si legge chiaramente alla base della tavola centrale indica il commissionario dell'opera: PBR.IO.MARCUS. DE CAPONIBUS.DIVI LAURENTI.CANONICUS., vale a dire Gian Marco Capponi, canonico della Basilica di S.Lorenzo, presbiter forse degli stessi canonici fondatori della Chiesa ed il cui ritratto s'impone accanto alla figura della Santa, in quanto pi grande degli altri confratelli raffigurati nei due laterali.


Trittico del Bergognone Cristo ligneo del '600

Battistero
Madonna del Rosario
Crocifisso