Origini e storia Architettura Visita guidata Album Foto Bibliografia

Arte e Restauri
Ingresso
Abside
Volte
Navata Sinistra
Navata Destra
Particolari Interno
Il Sigillo della Fede dei Nostri Padri

Sopra l’attuale porta che dà sulla sacristia, si trova un cotto con dei simboli e parole e, al centro, una mano benedicente. Forse non era quella la posizione originale. La fromella, tuttavia, incuriosì il Parroco di allora che, addirittura, ne sottopose l’interpretazione al Beato Card. Schuster, in visita pastorale.

Per caso abbiamo rinvenuto, tra le poche polverose carte d’archivio, un biglietto scritto dal segretario dell’Arcivescovo che recita così:

Arcivescovado di Milano – Segreteria. 1° aprile 1936

“Rev.mo Sign. Prevosto (Crescenzago)
Ho il piacere di comunicarle che Sua Em. Ha potuto decifrare quella scrittura enigmatica sul cotto che vide in Visita Past. E’ un’impressione non positiva, ma negativa, e questo fu il motivo per il quale lui stesso, che è tanto competente, dovette faticare un pò’ per trovarci il bandolo.
1 – Vi è una mano benedicente – Pastorale
2 – Personaggio con bastone (S. Antonio?)
3 – Croce astile
4 - Parole: Signum Domni Ab. Crescetiacensis ac Capituli Sacri Monasteri.(Sigillo degli Abati di Crescenzago e del Capitolo del Sacro Monastero) Non è sicura in modo assoluto questa interpretazione, epperò è più che verosimile. Ne faccia annotazione sul Cronicon.

Ossequi. Dev.mo Sac. E.Terraneo”


Sigillo